31 Agosto 2016



Contenuti

Continuano le sinergie con le Universit: AGGIORNAMENTO DM 140/2014 con LUISS BS

Formazione aggiornamento dm 140 2014 ANAP ELTI LUISS Business School Universit telematica corsi amministratori di condominio
Formazione/Aggiornamento Universitario con LUISS
ANAP ha stretto un prestigioso accordo in ordine ai Corsi obbligatori di Aggiornamento di 15 ore, come da noto Regolamento del Ministero della Giustizia n. 140/2014.
Il corso, svolto in collaborazione con la Business School della LUISS, e la ELTI S.r.l., si svolger in modalit on-line con esami finali presso la sede della Luiss a Roma.

I vantaggi sono molteplici, un percorso formativo di altissimo livello, conseguimento di un autorevole titolo rilasciato dalla Luiss; nessuna perdita di tempo perch la piattaforma on-line, ed un costo veramente contenuto.

Contattateci per maggiori info.

Obbligo di aggiornamento per gli Amministratori professionisti

A met ottobre 2014, entrato in vigore il DM 140/2014, ossia il Regolamento recante la determinazione dei criteri e delle modalit per la formazione e l'aggiornamento degli Amministratori di Condominio, ai sensi dell'articolo 71-bis.
Le Associazioni aderenti a CONFIAC hanno pianificato un calendario corsi di altissimo livello, proprio in ossequio alla nuova normativa.

Contattaci per maggiori info.

Corso Universitario: ESPERTO GIURIDICO IMMOBILIARE !!

Con il corso triennale presso l´Universit Telematica Guglielmo Marconi, finalmente viene riconosciuto un titolo di laurea nel settore immobiliare!!
CONFIAC/CONFASSOCIAZIONI ha collaborato attivamente per la predisposizione del terzo anno di specializzazione.
Contattaci per conoscere le condizioni economiche esclusive con noi, per iscriverti a questo corso.

02.03.2013 Decreto Legislativo relativo al sistema nazionale di certificazione delle competenze.

E´ entrato in vigore il 2 marzo 2013 il Decreto Legislativo n. 13/2013 (G.U. n. 39 del 15 febbraio 2013) che - in attuazione dell´articolo 4, commi 58 e 68, della Legge Fornero (L. n. 92/2012) - disciplina l´attivit di individuazione, validazione e certificazione delle competenze acquisite dalla persona in contesti non formali e informali, ossia durante la sua storia di vita, di studio e di lavoro.

Il provvedimento individua nei Ministeri dell´Istruzione, dell´Universit e della Ricerca, del Lavoro e delle Politiche sociali e dello Sviluppo economico e nelle Regioni, gli "enti pubblici titolari" a regolamentare i servizi di individuazione, validazione e certificazione delle competenze, e individua negli "enti titolati" i soggetti pubblici o privati che possono erogare tali servizi.

E´ specificato all´articolo 4, comma 5, che tali enti, nel caso in cui eroghino il servizio di certificazione delle competenze in conformit alle norme tecniche UNI, dovranno essere in possesso dell´accreditamento rilasciato da ACCREDIA.

Saranno oggetto di certificazione unicamente le competenze riferite a qualificazioni ricomprese in un repertorio nazionale costituito da tutti i repertori codificati a livello nazionale e regionale pubblicamente riconosciuti.

Comunicati

TRASPARENZA E SICUREZZA CON L´AMMINISTRATORE CONDOMINIALE CERTIFICATO

IL NUOVO CODICE DEL CONDOMINIO
LEGGE N. 220 DELL´11/12/2012 - ENTRATA IN VIGORE: 18/06/2013


"Art. 1130. (Attribuzioni dell´amministratore)"
L´amministratore, oltre a quanto previsto dall´articolo 1129 e dalle vigenti disposizioni di legge, deve:
1) eseguire le deliberazioni dell´assemblea, convocarla annualmente per l´approvazione del rendiconto condominiale di cui all´articolo 1130-bis e curare l´osservanza del regolamento di condominio;
2) disciplinare l´uso delle cose comuni e la fruizione dei servizi nell´interesse comune, in modo che ne sia assicurato il miglior godimento a ciascuno dei condomini;
3) riscuotere i contributi ed erogare le spese occorrenti per la manutenzione ordinaria delle parti comuni dell´edificio e per l´esercizio dei servizi comuni;
4) compiere gli atti conservativi relativi alle parti comuni dell´edificio;
5) eseguire gli adempimenti fiscali;
6) curare la tenuta del registro di anagrafe condominiale contenente le generalità dei singoli proprietari e dei titolari di diritti reali e di diritti personali di godimento, comprensive del codice fiscale e della residenza o domicilio, i dati catastali di ciascuna unità immobiliare, nonché ogni dato relativo alle condizioni di sicurezza. Ogni variazione dei dati deve essere comunicata all´amministratore in forma scritta entro sessanta giorni. L´amministratore, in caso di inerzia, mancanza o incompletezza delle comunicazioni, richiede con lettera raccomandata le informazioni necessarie alla tenuta del registro di anagrafe. Decorsi trenta giorni, in caso di omessa o incompleta risposta, l´amministratore acquisisce le informazioni necessarie, addebitandone il costo ai responsabili;
7) curare la tenuta del registro dei verbali delle assemblee, del registro di nomina e revoca dell´amministratore e del registro di contabilità. Nel registro dei verbali delle assemblee sono altresì annotate: le eventuali mancate costituzioni dell´assemblea, le deliberazioni nonché le brevi dichiarazioni rese dai condomini che ne hanno fatto richiesta; allo stesso registro è allegato il regolamento di condominio, ove adottato. Nel registro di nomina e revoca dell´amministratore sono annotate, in ordine cronologico, le date della nomina e della revoca di ciascun amministratore del condominio, nonché gli estremi del decreto in caso di provvedimento giudiziale. Nel registro di contabilità sono annotati in ordine cronologico, entro trenta giorni da quello dell´effettuazione, i singoli movimenti in entrata ed in uscita. Tale registro può tenersi anche con modalità informatizzate;
8) conservare tutta la documentazione inerente alla propria gestione riferibile sia al rapporto con i condomini sia allo stato tecnico-amministrativo dell´edificio e del condominio;
9) fornire al condomino che ne faccia richiesta attestazione relativa allo stato dei pagamenti degli oneri condominiali e delle eventuali liti in corso;
10) redigere il rendiconto condominiale annuale della gestione e convocare l´assemblea per la relativa approvazione entro centottanta giorni.

"Art. 71-bis delle disposizioni per l´attuazione del codice civile"
Possono svolgere l´incarico di amministratore di condominio coloro:
a) che hanno il godimento dei diritti civili;
b) che non sono stati condannati per delitti contro la pubblica amministrazione, l´amministrazione della giustizia, la fede pubblica, il patrimonio o per ogni altro delitto non colposo per il quale la legge commina la pena della reclusione non inferiore, nel minimo, a due anni e, nel massimo, a cinque anni;c) che non sono stati sottoposti a misure di prevenzione divenute definitive, salvo che non sia intervenuta la riabilitazione;

d) che non sono interdetti o inabilitati;
e) il cui nome non risulta annotato nell´elenco dei protesti cambiari;
f) che hanno conseguito il diploma di scuola secondaria di secondo grado;
g) che hanno frequentato un corso di formazione iniziale e svolgono attività di formazione periodica in materia di amministrazione condominiale. I requisiti di cui alle lettere f) e g) del primo comma non sono necessari qualora l´amministratore sia nominato tra i condomini dello stabile. Possono svolgere l´incarico di amministratore di condominio anche società di cui al titolo V del libro V del codice. In tal caso, i requisiti devono essere posseduti dai soci illimitatamente responsabili, dagli amministratori e dai dipendenti incaricati di svolgere le funzioni di amministrazione dei condominii a favore dei quali la società presta i servizi.
La perdita dei requisiti di cui alle lettere a), b), c), d) ed e) del primo comma comporta la cessazione dall´incarico. In tale evenienza ciascun condomino può convocare senza formalità l´assemblea per la nomina del nuovo amministratore.
A quanti hanno svolto attività di amministrazione di condominio per almeno un anno, nell´arco dei tre anni precedenti alla data di entrata in vigore della presente disposizione, e´ consentito lo svolgimento dell´attività di amministratore anche in mancanza dei requisiti di cui alle lettere f) e g) del primo comma. Resta salvo l´obbligo di formazione periodica.


DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PROFESSIONI NON ORGANIZZATE LEGGE N. 4 DEL 14/01/2013 - ENTRATA IN VIGORE: 10/02/2013

L´art. 1, comma 3 della legge 26 gennaio 2013, n. 4 prevede che:

"Chiunque svolga una delle professioni di cui al comma 2 contraddistingue la propria attività, in ogni documento e rapporto scritto con il cliente, con l´espresso riferimento, quanto alla disciplina applicabile, agli estremi della presente legge. L´inadempimento rientra tra le pratiche commerciali scorrette tra professionisti e consumatori, di cui al titolo III della parte II del codice del consumo, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, ed e´ sanzionato ai sensi del medesimo codice".

Pertanto tutti gli associati di CONFIAC, a far data dal 18 Giugno 2013, saranno obbligati ad inserire nelle comunicazioni con i clienti la seguente locuzione:

Professione esercitata ai sensi della legge 14 gennaio 2013 , n. 4 (G.U. n.22 del 26-1-2013). PROPRIETARIO CONDOMINIALE

Affidi il Suo condominio ad un amministratore CONFIAC; troverà le necessarie informazioni, con l´elenco degli associati, sul sito www.confiac.it presso la nostra sede provinciale.

AMMINISTRATORE CONDOMINIALE

Se non sei ancora associato CONFIAC nel tuo esclusivo interesse, atteso il riconoscimento della professione sopra indicato, presenta la tua domanda d´iscrizione corredata dalle copie del diploma di scuola media superiore o della laurea, dell´attestato di frequenza ad un corso per amministratore e della partita IVA. Troverai ogni tipo di assistenza per la tua attività.

SI RICHIAMA L´ATTENZIONE DEI CONDOMINI A VERIFICARE CHE QUANTO SOPRA DISPOSTO SIA INSERITO NEI DOCUMENTI DEL LORO AMMINISTRATORE ASSOCIATO CONFIAC
Contattaci per iscriverti ai nuovi corsi di formazione alla professione di Amministratori di Condominio.

Seguici su
[]

Forum

Quali maggioranze in Assemblea? La mancata convocazione di un condmino rende nulla l´Assemblea? Quali sono gli orari per attivit rumorose nel Condominio? E´ possibile realizzare una veranda sul proprio balcone? Questi ed altri quesiti sul Condominio..
[]

Archivio

Legislazione e giurisprudenza condominiale su
[]

Foto gallery

Eventi CONFIAC

[]

CONFIAC
Via Benedetto Croce n.19 - Roma (Rm)
P.I. 11667301003
Tel. 800 59 76 01
info@confiac.it
[Realizzazione siti web www.sitoper.it]
freccia torna su